Le 5 migliori bici pieghevoli per andare a lavoro o per lo sport

Su di me 

Ciao, sono Flavia e sono un’appassionata di sport. Vado in bici da quando ero piccola, perciò posso dirmi un’esperta tra i non esperti! Nel mio blog spero di condividere la mia passione per le bici, i viaggi, la fotografia e i gatti… anche in combinazione

1° posto: Bici pieghevole Bikesport Folding: superleggera

Bici pieghevole Bikesport Folding 20La bicicletta pieghevole Bikesport FOLDING 20″ nasce per la città. Ruote strette, posizione comoda, sella e manubrio regolabili, cambio Shimano a 6 velocità per chi deve affrontare delle piccole salite. L’ingombro minimo (69 x 69 x 36 cm) e il peso di appena 12,5 kg permettono a questa bici di viaggiare anche in aereo, come bagaglio a mano.

Il telaio è in acciaio, robusto e leggero, non da competizione ma ottimo per non faticare troppo. I freni V-brake aiutano decisamente tanto se devi fare lo slalom tra auto e pedoni.

Bikesport è un marchio USA piuttosto noto per la vasta gamma di biciclette, mountain bike, bici da trekking, da città e da bambino. Ogni bici è curata nei dettagli, con un buon rapporto qualità-prezzo che non guasta.

La pieghevole Bikesport è unisex, un modello sobrio per andare al lavoro o all’università. Puoi scegliere tra due colori, nero o bianco. Quest’ultimo costa di meno, come per le auto.

Bici pieghevole Bikesport FOLDING

169,99€
219,99
disponibile
1 nuovo da 169,99€
al Dicembre 12, 2018 8:23 pm
Amazon.it

2° posto: Cicli Cinzia Pieghevole Carbike: classy

Bici pieghevole Cicli Cinzia CarbikeUna bici elegante per le strade di città, per chi va a lavoro con le mollette sui pantaloni per evitare che si sporchino con il grasso della catena! La peculiarità di questa pieghevole è il telaio Hi tension, un tipo di acciaio robusto ma elastico, utilizzato prevalentemente per le bici da passeggio.

La ruota libera consente a chi pedala di non subire il movimento inerziale della bici sulle gambe, risultando molto più confortevole da guidare. La forma sinuosa del telaio, il parafango e le ruote bicolore ne fanno una versione moderna delle prime folding bike. Con una differenza sostanziale: il peso! Questa bici pesa 15 kg e si chiude in 156,6 x 69,8 x 18,6 cm.

Questa bici non ha rapporti, dal momento che si tratta di una bici da città. In compenso, ha un prezzo veramente conveniente che ti permette di replicarla per tutta la famiglia! Da completare con gli accessori, come il cestino da bici (da 20 €) o il seggiolino porta bimbi (da 30 €).

Cicli Cinzia Pieghevole Carbike

149,39€
156,80
4 nuovo da 149,39€
al Novembre 19, 2018 11:45 am
Amazon.it
Spedizione gratuita

3° posto: Bicicletta Elettrica Pieghevole Nilox Doc X1 Plus: ecologica

La bici elettrica sta conquistando le città, al punto che molti comuni italiani si sono convertiti al bike sharing, noleggiando a costi veramente sociali bici elettriche sparse in apposite stazioni e predisponendo anche delle colonnine di carica per le bici private.

Del resto, come resistere al fascino di un mezzo così ecologico? Niente emissioni nocive, zero rumore e niente uso di combustibili fossili ne fanno il sostituto perfetto dello scooter per la scuola e il lavoro.

Perchè una folding bike elettrica? Perchè salti le file con l’auto, puoi vestirti come vuoi e parcheggiare praticamente ovunque. E una volta utilizzata puoi riporla nel portabagagli dell’auto o portarla sul bus o sulla metro. Se non hai un garage o una cantina, la folding bike elettrica può stare in casa, occupando meno spazio di una bici tradizionale.

La Nilox Doc X1 Plus è particolarmente adatta alla città. La velocità massima è di 25 km/h e, al bisogno, può essere attivata anche la pedalata assistita direttamente dal manubrio, se decidessi di farti una sgambatina…

II portapacchi posteriore già compreso e la porta di ricarica USB ti aiuteranno a superare indenne le lunghe giornate fuori casa. La batteria può essere sganciata e trasportata, nel caso decidessi di parcheggiare la tua pieghevole all’aperto. Il tempo di carica è di 2-3 ore e ti permette di percorrere 20-25 km.

C’è da dire che il peso è un po’ elevato, 25 kg non sono proprio uno scherzo e anche l’ingombro è leggermente maggiore rispetto ad una bici pieghevole classica (86 x 67,5 x 39,5 cm). La comodità però dove la mettiamo? E il rapporto qualità-prezzo è discreto, niente spese folli ma ovviamente la qualità si paga.

Bicicletta Elettrica Pieghevole Nilox Doc X1 Plus

508,67€
649,00
13 nuovo da 499,00€
al Dicembre 4, 2018 8:34 am
Amazon.it
Spedizione gratuita

4° posto: Bicicletta pieghevole Moma Bikes: equilibrata

Bici pieghevole First Class 20 Moma BikesSe cerchi una bici per tutta la famiglia, questo è il modello che fa per te. Ragionevolmente leggera (13,5 kg), molto compatta (77 x 64 x 35 cm), con telaio robusto in alluminio, ultra comoda anche su strade in salita grazie al cambio Shimano TZ-50 6 velocità Shimano Revoshift RS35.

Devo dire che mi piace molto anche la linea e le finiture in ecopelle marrone chiaro, fresche ma non eccessivamente sportive. Un pizzico di vanità che fa la differenza rispetto ad altre bici ugualmente equilibrate nelle prestazioni e nel prezzo, ma meno curate.

La peculiarità di questa bici è la versatilità: puoi usarla sia in città che nelle passeggiate in montagna e non pesa sul budget. Anzi, il rapporto qualità-prezzo è veramente buono.

Bicicletta pieghevole Moma Bikes

219,92€
disponibile
2 nuovo da 189,99€
al Dicembre 12, 2018 12:32 pm
Amazon.it
Spedizione gratuita

 

5° posto: Bicicletta pieghevole Frejus Leeds: la piccola italiana

Bici pieghevole Frejus Leeds 20Cerchi una bici pratica da aprire e chiudere in un baleno per salire e scendere dai mezzi pubblici? Leeds è il nuovo modello della Frejus, storico marchio italiano fondato a Torino nel 1896, nonchè fornitore ufficiale di un giovane Bartali nel Giro d’Italia del 1935.

La piccolina del marchio ha un telaio in acciaio Hi Ten ripiegabile, extra robusto e flessibile, con freni V Brake in resina e pedali ripiegabili modello click clack. Il cambio a 6 velocità magari non ti aiuterà sulle salite dolomitiche, ma farà la differenza se abiti in collina.

Le dimensioni sono compatte (62 cm x 90 cm x 38 cm) e il peso è contenuto (14 kg). Inoltre, la meccanica è garantita per due anni, come ci si aspetterebbe da un’azienda storica del settore. Portapacchi e parafanghi in acciaio perchè noi italiani siamo pronti a tutto.

Questa bici è pratica, senza fronzoli, snella, con una bella linea e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Bicicletta pieghevole Frejus Leeds 20”

134,98€
disponibile
1 nuovo da 134,98€
al Dicembre 12, 2018 11:03 am
Amazon.it
Spedizione gratuita

 

Leggi le mie recensioni

Cos’è una bici pieghevole?

Una volta le bici pieghevoli erano un accessorio bizzarro, pesante e scomodo. Niente a che vedere con i nuovi modelli, che offrono tutto un altro comfort di utilizzo e tutta un’altra maneggevolezza nel riporle.

Ma a cosa serve esattamente una folding bike? Innanzitutto, ad andare a lavoro parcheggiando l’auto fuori dal centro o dalle zone più trafficate e facendo una parte del tragitto in bici. Così Z.T.L., ingorghi e lunghe file di semafori non sono più un problema. Magari con l’outfit giusto. Maglietta di cotone, ciclisti, calzini sportivi, scarpe da bici e l’indispensabile caschetto sono un abbigliamento facile e comodo da copiare dai tanti commuters by bike newyorkesi. Salvo poi lasciare un cambio in ufficio.

La bici pieghevole può servire anche per fare qualche passeggiata nella natura o per i viaggi in treno o in autobus. Gli amanti del genere sanno che non c’è modo migliore per capire veramente un paese straniero che condividere la vita quotidiana con i suoi abitanti… Pedalata dopo pedalata si fanno nuove amicizie e si vedono posti che sfuggono al turismo di massa.

Quanti tipi di bici pieghevole?

In commercio c’è una grande varietà di bici pieghevoli, tutte con un aspetto in comune: possono essere riposte in uno spazio ridotto senza l’uso di strumenti.

Ci sono pieghevoli di tutti i materiali che possono venirti in mente. I 4 più usati per il telaio sono

  • alluminio
  • acciaio
  • fibra di carbonio
  • titanio.

Tutti materiali che coniugano leggerezza e robustezza. La qualità di una bici pieghevole si misura considerando il peso, la maneggevolezza sia nel piegarla che nel trasportarla, la robustezza del meccanismo di chiusura e soprattutto l’ingombro – prova a portare una bici normale in metro nell’ora di punta e saprai di cosa sto parlando.

Ci sono pieghevoli con o senza rapporti, con ruote strette o larghe a seconda se studiate per la strada o per il fuoristrada. Poi ci sono le pieghevoli elettriche, per chi vuole arrivare a lavoro ancora fresco di doccia.

Quanto costa una bici pieghevole?

Una buona pieghevole costa almeno quanto una buona bici da strada. In alcuni casi di più, ma se l’alternativa è prendere il bus o la metropolitana è un mezzo che si ripaga da sé. Inoltre, pedalare fa bene alla salute e all’ambiente: se abiti lontano dall’ufficio può essere anche una buona alternativa alla palestra o al jogging quotidiano.

Non ci sono restrizioni per l’utilizzo nella gran parte delle città italiane, ma ci può essere il problema dell’assenza di piste ciclabili. Se devi percorrere strade sconnesse meglio scegliere una bici da fuoristrada: ti aiuterà a mantenere una buona tenuta di strada anche quando piove.

Acquistare una bici con una buona illuminazione e piastrine catarifrangenti è indispensabile se si gira di sera, in particolare se hai l’abitudine di indossare gli auricolari.

La sicurezza innanzitutto! Nel costo della bici bisogna considerare il caschetto, una spesa che di solito non supera i 50 €.

Di seguito trovi una selezione delle migliori bici pieghevoli in vendita su Amazon. Per la scelta ho considerato:

  • peso
  • dimensioni – unisex, ovviamente
  • facilità di chiusura
  • prezzo!

 

Consigli per viaggiare con la bici pieghevole

Si avvicina la brutta stagione, ma questo non è un motivo per impigrirsi e lasciarsi andare sul sedile dell’auto. Anzi, se vuoi prolungare la forma estiva e arrivare a Natale con un aspetto invidiabile è il momento di fare attività fisica all’aria aperta e di curare l’alimentazione. La bici pieghevole è la tua migliore amica, se decidi di risparmiare carburante e di consumare… calorie! E se ti piace viaggiare in bici è davvero il mezzo ideale.

Come ogni bici, però, per durare a lungo ed essere una buona compagna ha bisogno di cure. Ecco alcuni consigli per non fermarti mai.

1. Meglio coperta

Anche se la metti nel portabagagli dell’auto, la bici pieghevole sta meglio se avvolta nella sua custodia. La maggior parte dei marchi offrono un sacchetto morbido per riporre la bici e proteggerla da piccoli danni da sballottamento. Viaggiare in aereo è un po’ più complicato, perché spesso serve una custodia rigida.

Le custodie portabici si trovano in tutti i negozi specializzati. Il prezzo varia a seconda del modello: alcuni rigidi tipo Samsonite possono essere molto costosi, addirittura più della bici, ma ti permettono di imbarcarla sull’aereo senza doverla smontare. Molte compagnie, infatti, nonostante le dimensioni compatte esigono che la bici sia ridotta in più parti.

2. Dove la metto?

Trovare posto alla bici in una stanza d’albergo o in un ripostiglio non è un problema. Ma per i viaggi più avventurosi? Se avvolta nella sua custodia la bici pieghevole è come una valigia e non solleva obiezioni praticamente da nessuna parte: entra agevolmente sotto tavolini da caffè, al guardaroba di locali e ristoranti, sotto il carrello quando fai la spesa.

Il fatto di non doverla lasciare quasi mai legata all’aperto riduce enormemente il rischio di furto e rende questi modelli particolarmente adatti alle grandi città.

3. Riparazioni lampo

Ricordi i ciclisti del passato, che avevano una camera d’aria infilata sulla spalla per poterla sostituire velocemente in caso di foratura? Senza arrivare a questi eccessi, se viaggi in bici ricordati di portare con te un salvavita costituito da

  • kit di riparazione ruota d’emergenza
  • pompa portatile.

Per problemi più seri qualsiasi negozio specializzato è in grado di fornirti assistenza o di suggerirti un centro assistenza per la tua bici. Le grandi catene di articoli sportivi come Decathlon vendono camere d’aria di ricambio di diverse dimensioni e sono presenti in tantissime città italiane. All’estero potresti essere addirittura avvantaggiato: negli USA e in Inghilterra le camere d’aria sono vendute persino nei Walmart.

4. Viaggia integrato

Viaggiare in bici è un ottimo modo per scoprire posti nuovi. Non è lento come camminare e ti permette di fare diversa strada, ma non è veloce come l’auto, che non ti permette di cogliere i dettagli.

Le amministrazioni comunali vedono quasi sempre di buon occhio i ciclisti, che riducono il traffico di veicoli e permettono di ridurre i livelli di inquinamento. Molti Comuni hanno sistemi integrati di metro, autobus, treno, taxi e… bici.

In questo modo puoi scegliere se andare rapidamente da un posto all’altro per fare una commissione oppure goderti il tragitto. Riprendere ad usare i mezzi pubblici dopo tanti anni con l’auto può essere un’impresa: assicurati di fare pratica nella tua città prima di farlo in vacanza, così da impratichirti su abbonamenti, orari e percorsi.

Viaggiare integrato è la prassi in molte città del Nord Europa ed anche in grandi città come Milano. Nelle città più piccole, però, non sempre la bici aperta è ben accetta sul bus o sul treno. In ogni caso, se protetta nella sua custodia, non ci sono problemi!

5. L’importanza delle sospensioni

Viaggiare in bici per lunghi tratti è stancante, specie se il terreno è sconnesso. Molti telai in alluminio non assorbono gli shock come i telai in acciaio, da tenere presente se hai intenzione di fare lunghi tratti con la tua pieghevole.

Alcuni modelli di bici hanno addirittura una forma di sospensione grazie all’uso di elastomeri per il fronte e il retro per assorbire le buche e dare lo stesso comfort di una bici tradizionale. L’importante è trovare il giusto equilibrio tra quello che ti serve e il prezzo che, per questi modelli, è giustamente più elevato.

Ora che sai tutto quello che c’è da sapere sulla tua bici pieghevole, non ti resta che montare in sella e goderti il viaggio.